Da Halloween a Natale, qui a Londra si fa in fretta!!!

Wow, adesso si che mi sento in the U.K.!!!! In quest’ultima settimana, nonostante la reading week ( il che vuol dire, vi ricordo, NIENTE lectures) ne son successe di tutti i colori.

Da quando il mio “weekend” di 11 giorni è iniziato ho avuto due belle feste alla Skins. Se non avete visto il telefilm, beh, questo vuol dire feste in appartamenti con gente talmente ubriaca da non sapere neanche come si chiama. Mercoledì, il giorno riservato alla Journalism night (perché il nostro weekend inizia il mercoledì!) , abbiamo fatto una gran bella festa nell’appartamento di una mia amica qui a Liberty Court e… beh, diciamo che abbiamo dovuto raccogliere parecchie persone! E’ stata una festa divertentissima, di quelle in cui hai il tempo sia per le confidenze con le amiche sia per l’alcool. Qui giocano tutti a Ring of Fire: il gioco si basa sul pescare carte e fare penitenze secondo una filastrocca. Il problema è che le penitenze sono tutte uguali: devi bere. Quindi nel giro di un’ora sono tutti ubriachi. Per non parlare dello schifo e della pietà per la persona che deve bere da un pentolino in cui tutti i drink dei partecipanti sono stati mischiati. Pulire alle tre di notte non è stato facile!!!

Il giorno dopo avevo un compleanno, che è iniziato come sempre in un appartamento con tanto da bere e si è concluso in giro per il centro di Londra in cerca di un posto dove andare. Infatti, dopo essere andati all’esclusivo 100 Club (I Metallica e Alice Cooper ci hanno suonato!!!) abbiamo cercato una discoteca, ma siamo state sfortunate. In effetti, la vita notturna di Londra lascia un po’ a desiderare: scordatevi chiusure alle 6 del mattino, per ora la discoteca che chiudeva più tardi è stata il Tiger Tiger, che ci ha buttati fuori alle 3. Il divertimento più grande è quindi nei pub o nelle halls of residence, tra amici: ho passato il mio venerdì notte in camera di una mia amica a fare foto idiote e a guardare i Griffin. Le girls’ nights, serate tra ragazze, sono fantastiche: ti tirano sempre su di morale e di solito non fai tardi, il che va bene se, come me, hai miriadi di cose da fare.

Ma il bello è arrivato lunedì: ero determinata a passare un Halloween fantastico e finalmente sono stata accontentata! Il mio Halloween in Inghilterra era in fase di preparazione da qualche settimana ormai: dopo aver trovato un fantastico vestito verde di velluto aderente da American Apparel (£38, ma c’era di peggio!) e le calze giuste, mi mancavano le bombolette rosso fuoco e l’edera per completare il mio costume da Poison Ivy. Le bombolette le ho trovate all’ultimo momento da Superdrug mentre l’edera… Beh, io la cercavo finta, ma lunedì ancora non l’avevo trovata e son stata costretta a prenderla dal giardino della St Mary’s Church! Beh, almeno il mio costume è riuscito piuttosto bene: un sacco di gente mi ha riconosciuta e, nonostante i miei capelli rosso assurdo, devo dire che sono rimasta piuttosto soddisfatta. La serata è stata fantastica: dopo i soliti pre-drinks in qualche appartamento random (spesso non sai neanche a casa di chi sei) siamo andati in giro per la zona, già depressi perché sicuri di non trovare nessuna discoteca con qualche posto. E poi la mia amica Penny. un po’ brilla, ha chiesto ai buttafuori della discoteca Fabric quanto costasse l’entrata. Per tutta risposta, loro ci hanno fatti entrare gratis: gli sono piaciuti i nostri costumi e grazie a loro (e a Penny) abbiamo passato una nottata divertentissima (oltre a essere Halloween era una gay night) e ci siamo goduti gli shot di sambuca nelle ampolline del sangue senza spendere un penny! In effetti, eravamo un gruppo piuttosto particolare: Poison Ivy, un mio amico vestito da un cacciatore di coccodrilli morto da poco (e quindi tutto insanguinato), una mia amica vestita da Tigro, un mio amico MASCHIO vestito da fatina, una vampira, un mimo, una strega e un wrestler. Siamo dei grandi! 

Neanche passato Halloween, oggi, 1° Novembre, abbiamo partecipato all’accensione delle luci di Natale a Oxford Street. Nonostante il nostro comune odio per quella via così affollata, oggi io e le mie amiche eravamo eccitate come ragazzine al pensiero di vedere questa “cerimonia” annuale. Quindi alle 4.30 locali abbiamo preso la metro e siamo scese a Oxford Circus, per entrare in una zona transennata dove c’era un maxischermo in collegamento con Marble Arch, dove la girl band “The Saturdays” cantava e si preparava a premere l’interruttore. Abbiamo fatto il countdown e visto i fuochi d’artificio, mentre tutte le luci si accendevano. Per cena ci siamo rintanate in un angolino nascosto di Oxford Street, il bellissimo St Christopher’s place, pieno di bar e ristorantini. Ci siamo godute le tapas e la paella, con tanto di arroz de leche che era una meraviglia! La serata si è conclusa in un bar di Soho e ora eccomi qui, che finalmente vi aggiorno sulla mia settimana. Goodnight guys, stay tuned!

Questo slideshow richiede JavaScript.

2 risposte a “Da Halloween a Natale, qui a Londra si fa in fretta!!!

  1. Hi. I was thinking of adding a backlink back to your site since both of our sites are primarily based
    around the same topic. Would you prefer I link to you using
    your website address: http://londonscallinglondrachiama.com/2011/11/02/da-halloween-a-natale-qui-a-londra-si-fa-in-fretta/
    or blog title: Da Halloween a Natale, qui a Londra si fa in fretta!
    !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...