Back to Uni, articoli pubblicati, Hummingbird Bakery e tanti bar

Hello again! Cari miei, è finita la pacchia: si ritorna a studiare. Ma chi l’ha detto che non possa essere un piacere? La mia facoltà è sempre fantastica, e ovviamente sto aggiornando il blog nel mio adorato weekend di quattro giorni. A quanto pare la maggior parte delle università inglesi fanno questi orari, e sfornano laureati di successo… Quindi perché lamentarsi? Speriamo bene!

Lunedì è stata una giornata tosta (dalle 9.30 alle 17.00), ma fortunatamente non è stato molto difficile alzarsi, visto che per lavoro mi svegliavo pure prima. Le materie sono sempre le stesse, con l’eccezione di una nuova: Blogging. Il mio professore è americano e scrive per molti giornali e siti web; ci insegnerà il segreto per creare un blog di successo. Anche Features Class (articoli che non sono notizie fresche, ma possono essere interviste o altre cose) è passata al lunedì, il che vuol dire che il mercoledì all’ora di pranzo ho finito.

Il martedì ho come sempre Introduction to British Media e Francese. Nel terrorizzarci in previsione di un saggio di 2000 parole sul futuro dei Media inglesi, la nostra professoressa ci ha annunciato l’arrivo di una serie di ospiti famosi nelle nostre lezioni, che ci aiuteranno a capire meglio il futuro del giornalismo inglese. C’è proprio tanto da dire ultimamente: lo scandalo delle intercettazioni del News of the World ha fatto perdere alle persone la fiducia nel giornalismo, le vendite calano a causa di Internet, ma l’Inghilterra rimane sempre uno dei paesi più assetati di notizie del mondo. A noi l’arduo compito di prevedere dove andremo a finire!

Mercoledì abbiamo conosciuto il professore che sostituirà Anna McKane, il nostro ex capo di dipartimento che è andato in pensione. Ci mancherà, ma anche questo professore è estremamente preparato da una carriera a Reuters. Per metterci alla prova, i professori hanno inscenato una conferenza stampa che seguiva il pestaggio di un uomo in un hotel, assumendo ognuno un ruolo diverso: noi dovevamo trascrivere tutto e scriverne un articolo con tanto di citazioni del loro discorso. Non è stato facile, visto che non abbiamo ancora fatto stenografia, ma è stato utile e divertente.

Era arrivato il mio weekend, mentre giovedì usciva un altro numero della Islington Gazette… con due articoli a mio nome! Ecco le foto:

Nel frattempo sul sito della Islington Gazette sono stati pubblicati altri due articoli a mio nome, apparsi sul giornale della settimana prima. Se volete leggerli, ecco i link:

http://www.islingtongazette.co.uk/sport/islington_youngsters_paddle_into_2012_1_1189937

http://www.islingtongazette.co.uk/news/highbury_gymnast_sets_2012_somersault_challenge_1_1189948

Ora, mi è stato detto che se un nutrizionista guardasse il mio blog potrebbe farmi causa per quante foto di dolci pubblico. Quindi questa volta mi asterrò e ve li farò soltanto immaginare. Infatti venerdì mattina, tanto per mandare all’aria ogni mio tentativo di perdere peso, è stata inaugurata la Hummingbird Bakery qui a St John Street. Cos’è la Hummingbird Bakery? E’ una delle pasticcerie più famose del mondo per i suoi cupcakes, che venerdì mattina a partire dalle 11 sono stati offerti ai primi 1000 clienti che hanno messo piede nella pasticceria (io e la mia amica Yasmine incluse). La fila che abbiamo dovuto fare è stata assurda, ma ne è valsa la pena per una red velvet cupcake!

Venerdì sera è stata una serata fra ragazze, alla ricerca di qualche nuovo bar. Abbiamo scoperto di avere un bel posto da frequentare proprio sotto il nostro naso: Look Mum No Hands, un bar che vende pezzi di ricambio per biciclette ma è anche un ritrovo molto “hipster” (come dicono loro). E’ a Old Street, a cinque minuti di camminata da casa mia, e pur non essendo spaziosissimo ha un menu che vale la pena di essere provato. L’atmosfera è molto rilassante, diversa da quella di un pub, ed è possibile parlare. Check it out!

Bene dear friends, adesso passo e chiudo. Ieri, sabato, c’è stata un’altra delle nostre feste “alla Skins” per il compleanno della mia amica Penny. Dire che sono distrutta è riduttivo! See you soon and stay tuned 🙂

2 risposte a “Back to Uni, articoli pubblicati, Hummingbird Bakery e tanti bar

  1. This web site certainly has all the information and facts I wanted concerning this subject and didn’t know who to ask.

  2. I just wanted to inform you that I found your page on and while I
    liked checking out your entry, it appears your
    blog acts up in a few web browsers. When I have a look at your blog
    in Chrome, it looks fine however, when opening in Firefox,
    it has a small amount of overlapping difficulties.

    I simply wanted to provide you with a little heads up, that’s all.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...