Mostra sull’Italia a Islington? CI PIACE!!!

Domenica, il sole splende su Londra e la Primavera è tornata. Io e la mia mica Silvia approfittiamo della bella giornata per sfruttare una delle tante buone occasioni che Londra ci offre:  La Dolce Vita, la “celebrazione di tutte le cose italiane” al Business Design Centre di Islington. In parole povere, l’Italia sotto casa. 

Ho scoperto la Dolce Vita per caso: mentre passeggiavo per Upper Street, ho ricevuto un volantino che mi offriva l’entrata gratis alla mostra per due persone. Nonostante l’onnipresenza delle tante, altissime voci italiane, il posto era pieno anche d’Inglesi: c’era talmente tanta gente che era difficile camminare. A quanto pare, nonostante la crisi, il fascino del nostro Paese continua a mietere vittime!

La mostra, che si è tenuta per tutto il weekend, è divisa in quattro settori: “the taste of Italy”, dove era possibile provare e comprare specialità italiane;  “Explore Italy”, per comprare una casa in Italia o prenotare una vacanza nel nostro paese; “La Cucina Italia Stage”, a pagamento, dove si poteva assistere alle lezioni di cucina di alcuni chef; “Aperitivo time!” , un momento di relax al bar Birra Moretti.  Inutile a dirsi, io e la mia amica ci siamo concentrate sul cibo.

Gli stand del cibo venivano da tutte le regioni: abbiamo iniziato con degli stuzzichini di mozzarella di Bufala campana per poi passare agli arancini e fagottini siciliani, ai liquori sardi, alla piadina romagnola e a un fantastico gelato siciliano al pistacchio, cioccolato e stracciatella.

Le lezioni di cucina erano divertentissime e molto seguite: uno chef insegnava a fare la pizza e si prendeva in giro, conoscendo tutti gli stereotipi che gli Inglesi attribuiscono a noi Italiani. Per loro abbiamo tutti fabbriche di pasta e sappiamo fare acrobazie nel preparare la pizza!

Da brava sarda, sono andata a parlare coi miei conterranei. Così ho conosciuto Samuel, di Gergei, a uno stand di vino, sale e olio. Ho parlato con Lucia e Tore, di Olmedo, proprietari dell’azienda familiare Isolabuona. Lucia e i suoi fratelli vivono e lavorano qui nel sud dell’Inghilterra, a New Haven, dove hanno un negozio. Tore però è rimasto ad Olmedo: “Io vivo in Sardegna, mentre i miei fratelli, poveracci, son rimasti qui! Senza togliere niente all’Inghilterra, io preferisco la mia terra”.

Il signor Murgia invece è di Cagliari e mi parla dell’energy drink al mirto che ha inventato e brevettato. Può essere usato come base per i cocktail. Poi ho parlato con Bruno Murru, di Irgoli,dell’Azienda Salumificio Murru. Bruno vive qui a Londra da 12 anni, fornisce coi suoi salumi i ristoranti e ogni sabato mattina ha una bancarella a Marylebone High Street.

Dopo aver visto tutti gli stand, io e Silvia ci siamo dovute fermare. Avremmo potuto mangiare di tutto, ma un po’ per la dieta e un po’ per gli impegni siamo tornate nelle nostre camere. Sarà stato il caldo, o forse il gelato, ma per un’ora e mezza mi son sentita di nuovo a casa. E la mia amica portoghese non si è per niente pentita di avermi accompagnata.

Foto dell’autore
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...