Nuovi gruppi sulla scena musicale inglese

Londra è stata dall’inizio degli anni ’60 il posto giusto per i musicisti emergenti ed è, anche se i Beatles e Jimi Hendrix non esistono più , sede di una delle scene musicali più varie del mondo . I volantini che pubblicizzano concerti non si contano più, mentre i giornali ogni giorno parlano di nuovi gruppi.

Ieri ho avuto la fortuna di vedere un gruppo che mi è piaciuto molto e che ho conosciuto perché ci suonava il ragazzo della sorella di una mia compagna. Loro si chiamano Beneath The Beach e hanno suonato al Buffalo Bar di Upper Street.

Secondo un’intervista fattagli dalla mia compagna Yasmine, i Beneath the Beach so sono formati due anni fa all’Università di Westminster. Il loro nome viene dagli scontri del 1968 a Parigi, nei quali gli studenti hanno usato lo slogan “Beneath the Pavement, the Beach!” (sotto il marciapiede, la spiaggia).

Durante gli scontri, gli studenti rompevano le mattonelle del marciapiede e le lanciavano alla polizia per dimostrare che la spiaggia era l’incarnazione di uno spazio naturale e non utilitaristico. Al contrario la strada rappresentava un ambiente oppressivo basato sulla proprietà privata.

Questo però non significa che i Beneath the Beach siano una band politica: la loro idea era invece quella di creare un distacco dal reale e creare una musica puramente astratta.

In effetti il genere dei Beneath the Beach è piuttosto strano e lontano dalla mia solita area di interesse. Loro si definiscono “Post-Dance-Math-Step”, un modo per dire che hanno mischiato tutti i loro generi preferiti insieme. Il risultato rende e, soprattutto per le mie orecchie abituate al metal, è molto rilassante.

Nella loro musica non ci sono parole, solo suoni. Vederli dal vivo è interessante, perché leggono i titoli delle loro canzoni da un libro e fanno qualche battuta al riguardo, mentre quando suonano ballano e si muovono a loro ritmo.

Spero di riuscire a mettere presto le mani su un loro CD. Nel frattempo potete seguirli su Twitter su @beneathebeach e ascoltare le loro canzoni sul loro sito.

Foto terribile (non ce ne sono altre) da clubfandango.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...