Intervista a What Katie Did: vintage e burlesque con base Londra

Con l’aumento della la richiesta per corsetti, intimo e abbigliamento vintage, Londra non è certo rimasta indietro: qui, il burlesque fa da padrone e ormai il concetto di nudità è stato sostituito dal vedo-non-vedo. Tra i creatori della “febbre anni ’50” c’è What Katie Did, il negozio vintage e burlesque nato a Londra che sta già conquistando Beverly Hills. Ma che cosa c’è dietro il marchio che soltanto questo mese ha vestito Kylie Minogue in Glamour e Lindsay Lohan per il suo nuovo film su Elizabeth Taylor? Leggete la mia intervista e lo scoprirete. 

Una volta attraversata la porta di What Katie Did a Portobello Road, Notting Hill, vi ritroverete catapultati negli anni ’50. Tutta la biancheria, il piccolo boudoir, l’arredamento, le foto e le commesse pin-up tutte tatuate funzionano meglio di una macchina del tempo. Meno di cinque minuti dentro What Katie Did vi faranno dimenticare il caos turistico che avete dovuto attraversare per raggiungere il piccolo, nascosto negozio di Portobello Road.

What Katie Did è stato fondato ufficialmente nel 2005 da Katie Thomas. Maz Spencer, dell’ufficio stampa, mi ha detto: “La popolarità del nostro intimo adesso va oltre qualsiasi cosa Katie avesse potuto immaginare”. Maz dice che l’interesse di Katie per l’intimo è nato negli anni ’80, quand’era ancora una teenager. Quando però il negozio fetish dove lavorava, Skin Two, chiuse i battenti, Katie perse la sua scorta di calze vintage a buon mercato. “Ha messo 100 sterline sulla sua carta di credito e ha ordinato alcune calze con la riga dietro per venderle a una fiera di moda vintage. Voleva solo coprire il costo della sua costosa passione per le calze!”, dice Maz.

Katie Thomas

Katie Thomas adesso è considerata un’esperta di vintage. E’ stata chiamata da ITN (Independent Television Network, la “rivale” della BBC ndr) e da NBC News per autenticare l’intimo messo da Marilyn Monroe, e da Channel 4 ( un altro canale inglese) in relazione all’avvento delle calze di nylon negli anni ’50. Katie però non ha nessun diploma in fashion design: “Credevo di non avere abbastanza talento e che avrei dovuto fare qualcosa di più ragionevole, come Information Management”, dice lei. Dopo aver lavorato nel negozio fetish però conobbe il mondo dei corsetti steccati e delle calze. Katie quindi ha fondato e diretto il marchio What Katie Did da sola nei suoi primi anni, e solo alla nascita di sua figlia nel 2004 ha assunto qualcuno per aiutarla. Maz dice: “Suo marito Richard si è unito a lei nel 2006 e il resto, come si dice, è storia!”

Katie Thomas at the factory

Per Maz, il successo di What Katie Did è un misto di duro lavoro e di un po’ di fortuna negli ultimi 13 anni. Mi ha detto: “I nostri corsetti di solito hanno delle linee semplici e ben tagliate con pochi abbellimenti, il che li rende facili da personalizzare con accessori”. E’ proprio questo che ha aiutato What Katie Did: “Molte artiste burlesque prendono i costumi da noi e poi gli fanno un makeover per il palco”, dice Maz.

La clientela di WKD è molto varia e comprende donne dai venti ai 55 anni. Maz dice: “La nostra clientela va dalle puriste vintage alle ragazze più moderne che vogliono un corsetto da mettere a una festa a tema”. La boutique di Londra ha anche un boudoir privato che può essere prenotato dalle future spose e dalle loro damigelle per provare le collezioni. Per Maz, il successo dei corsetti e del vintage è cresciuto così tanto anche grazie a film come My Week With Marilyn e programmi TV come Mad Men. Ha detto: “L’esplosione burlesque degli ultimi 10 anni ha portato il vintage nei negozi a buon mercato”. I negozi come What Katie did aiutano le donne a raggiungere la giusta “silhouette vintage” attraverso l’intimo contenitivo. Maz dice però che: “L’intimo contenitivo spesso serve, ma non dev’essere una ‘mostruosità beige’, come dice Katie!”

Foto di What Katie Did.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...