Lavorare alle Olimpiadi di Londra 2012: Silvia Amaro ci racconta com’è stato

Le Olimpiadi di Londra 2012 saranno anche finite, eppure le notizie che le riguardano non sono ancora scomparse dai nostri telegiornali. Ma com’è stato viverle davvero? Leggetelo nella mia intervista alla diciannovenne portoghese Silvia Amaro, studentessa di giornalismo alla City University di Londra, che ha lavorato alle Olimpiadi durante quelle due magiche settimane.

Silvia Amaro, 19 anni, dal Portogallo


Come sei riuscita a trovare lavoro alle Olimpiadi?
Già da uno dei primi giorni d’università i professori ci avevano parlato della possibilità di lavorare con l’emittente  designata alla copertura di London 2012, OBS (Olympics Broadcasting Services). Ho fatto subito domanda e una settimana dopo ho ricevuto un’email che diceva che c’erano alcuni posti disponibili: dovevo fare la preparazione per il ruolo di Gestore del Sistema dei Commentatori. Non avevo idea di che lavoro si trattasse, ma ho pensato: “Sono le Olimpiadi ed è un lavoro legato alla produzione televisiva e radiofonica. Lo faccio!” Quindi ho fatto una preparazione di quattro giorni alla fine dei quali abbiamo fatto un esame pratico che è andato molto bene. Così bene che mi hanno chiesto di lavorare allo Stadio Olimpico (a Stratford, ndr), la sede olimpica numero uno dove si sono tenute le cerimonie d’apertura e chiusura dei giochi e dove si trovavano i migliori professionisti !

La squadra di Silvia: studenti, ma anche professionisti che hanno lavorato per le olimpiadi di Vancouver e Pechino.

In cosa consisteva il tuo lavoro?
Come Gestore del Sistema dei Commentatori dovevo testare gli strumenti necessari per permettere a chi faceva la trasmissione di inviare commenti ai loro studios e a ricevere le loro risposte. Durante le trasmissioni dovevo essere disponibile per aiutare l’emittente in caso avessero qualsiasi problema con gli strumenti.

Strumenti di lavoro

Quali sono stati i pro e i contro del lavorare per OBS?
L’unico punto contro sono state le ore di servizio: lavoravamo per 10 ore al giorno, a volte anche di più, e visto che vivevo abbastanza lontano dallo stadio mi dovevo svegliare alle quattro del mattino. Ma non mi pento per niente di aver lavorato alle Olimpiadi: è stata un’esperienza fantastica! Nelle ultime due settimane ho visto la storia fare il suo corso davanti ai miei occhi e questo non ha prezzo. Adesso poi capisco molto meglio come funzionano le trasmissioni televisive e radiofoniche, il campo del giornalismo dove vorrei lavorare. Ma l’aspetto migliore del mio lavoro è stato costituito dalle persone che ho conosciuto. Una volta ho sentito dire che sono delle persone fantastiche a rendere un momento speciale e questo descrive perfettamente i momenti passati a London 2012. Mi mancano già!

Quali sono state le esperienze più interessanti che hai vissuto?
Sono molto contenta di aver avuto la possibilità di essere così vicina a Bolt, Mo Farah e Jessica Ennis. Erano le stelle dello stadio! Ma la cosa più interessante che sono riuscita a fare è stata l’essere in contatto con emittenti televisive provenienti da tutto il mondo, il che per una studentessa di giornalismo significa molto.

La prima volta in cui Silvia ha visto Bolt allo Stadio Olimpico.

Consiglieresti il tuo lavoro alle Olimpiadi agli aspiranti lavoratori OBS del futuro?
Si, si, si e un milione di volte si! Qualsiasi lavoro con OBS è un’esperienza grandiosa sia sotto il punto di vista personale che professionale. Essere un Gestore dei Sistemi di Commento è il compito più difficile: devi assicurare che tutte le emittenti abbiano le condizioni necessarie per trasmettere i giochi ai loro telespettatori, siano essi a Londra o dall’altra parte del mondo. Perciò se vi capita una possibilità del genere, non ci pensate due volte e accettate!

Silvia avrebbe potuto assistere alla cerimonia di chiusura delle Olimpiadi, ma aveva un esame il giorno dopo. La studentessa è la creatrice del blog Via London, da cui vengono tutte le foto di questo post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...