Harry Potter Walk

Eccomi di nuovo qui davanti al computer dopo una lunga settimana. Impegnata per la promozione di AIESEC nella nuova Fresher’s Week, non ho potuto fare molto e non ho molto da raccontarvi. Ma eccovi qua il mio resoconto della Harry Potter Walk a cui ho partecipato oggi!

La Harry Potter walk, tenuta da una delle guide dell’associazione London Walks, Richard, costa 9 sterline (7 se avete una student card) e parte dall’uscita 4 della metro di Westminster. Vi porterà a vedere la maggior parte dei luoghi di Londra in cui sono stati girati i film di Harry Potter: Westminster (le varie scene panoramiche), Whitehall (ingresso del Ministero della Magia), Charing Cross Road (Il Paiolo Magico) e così via.

Purtroppo, a differenza delle altre London Walks, quella di Harry Potter non vi farà scoprire molti angoli nascosti di Londra, e per la maggior parte della passeggiata non vedrete neanche nulla di nuovo: tutto è lasciato all’immaginazione, visto che molti registi hanno costruito e poi ributtato a terra la maggior parte dei cambiamenti fatti per girare il film. Ciò che rende la walk una cosa carina da fare per ammazzare il tempo però è la simpatica guida, che conosce gran parte dei segreti e dei collegamenti fatti da J.K. Rowling nel costruire la storia e i personaggi.

Per i turisti alle prime armi con la capitale britannica però questa walk è l’ideale: vi farà ammirare Westminster, le Houses of Parliament, Trafalgar Square e Piccadilly Circus con una serie di aneddoti in più che di solito il turista medio non conosce (per esempio, la statua a cavallo di Trafalgar Square è quella del re decapitato Carlo I, dalla quale gli Inglesi misurano ogni distanza nel Regno Unito).

Per i veterani di Londra, questa walk vi farà visitare due posti che sono generalmente tralasciati quando si va in giro. Il primo è la Royal Opera Arcade, una passeggiata per i negozi a Pall Mall, tra Whitehall e Piccadilly, isolata dal traffico della Central London. Il secondo è Cecil Court, una piccola stradina piena di librerie (tra cui Watkins Books, un’interessantissimo punto vendita di libri occulti, cristalli e cose “magiche”) per cui J.K. Rowling passava tutti i giorni mentre andava a lavorare a Covent Garden negli anni ’90, quando le è venuta l’ispirazione per scrivere Harry Potter. 

Vi lascio con qualche foto dello Shoreditch Grind alla Old Street roundabout, che con Harry Potter non c’entra un bel niente ma che è stato la mia casa nell’ultima settimana. E’ un po’ hipster, ma sa di casa. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...