La magica Edimburgo

Edimburgo, capitale culturale a Nord del Regno Unito, è un’ottima scusa per lasciare Londra per un paio di giorni: romantica, dark, facile da girare, è la soluzione perfetta per un weekend immerso nella storia e nel verde.IMG_3924

Edimburgo,  capitale della Scozia dal 1437 e sede del suo nuovo Parlamento dal 1999, è una città di circa 460 mila abitanti. Dopo Londra, la capitale scozzese è la città più visitata della Gran Bretagna con circa 2 milioni di turisti l’anno[1]IMG_0242

Edimburgo è facilmente raggiungibile sia con l’aereo che col treno. Il treno è, a mio parere, l’opzione più facile: quattro ore e mezza dalla stazione di King’s Cross con Eastcoast Railway e voilà, siete in Scozia, spesso pagando anche solo £25 se prenotate per tempo e con una Railcard.

Quando arrivate ad Edimburgo ricordate che i British pounds sono ben accetti, ma se prelevate riceverete in cambio Scottish pounds. Una volta tornati in Inghilterra, potrebbero non accettarli: perciò, per sicurezza, passate per una banca scozzese e ve li cambieranno senza commissione. IMG_0272 IMG_0271

Gli ostelli/hotel dove alloggiare ad Edimburgo sono tanti, ma io vi consiglio il St.Christopher’s Inn a Market Street, proprio davanti a Waverley station, a cinque minuti a piedi dalla via dello shopping Princes Street e dal centralissimo Royal Mile, ossia il centro storico della città.IMG_0203 IMG_0202

St.Christopher’s Inn fa parte di una catena di ostelli presenti in varie città del mondo. E’ pulito, pieno di giovani e anche di famiglie e spesso non costa più di £18 a notte. L’ostello offre una serie di promozioni nel suo pub, Belushi’s, che accoglie i clienti con un mix di classici rock e metal e con un dècor-collage di poster dei Rolling Stones, di Pulp Fiction, degli Iron Maiden e dei Sex Pistols. Colazione inclusa, 25% sui pasti e sconti su determinati drink. IMG_0201IMG_3922La prima cosa da fare ad Edimburgo è proprio andare al Royal Mile: lì troverete le attrazioni principali della città. La cattedrale di St.Giles, il Writers’ Museum (che ha un’interessantissima sezione dedicata a Robert Louis Stevenson) e una serie di bellissimi palazzi anneriti dal tempo. Sembra un cliché, ma è proprio vero: ovunque vai, ad Edimburgo si sentono le cornamuse, specialmente sulla High Street e nel Royal Mile, pieno di negozietti, Kiltmakers e di sale da té. IMG_0209 IMG_0208 IMG_0207 IMG_0206 IMG_0205 IMG_0204IMG_0210Proseguendo più in su, troverete il celebre Edinburgh Castle, su uno dei sette colli su cui si erge la città. L’accesso è piuttosto costoso (£16), ma il panorama dall’alto e le mille stanze del castello meritano senza dubbio di essere visti. A quanto pare è proprio dalle mura del castello che venivano buttati i giustiziati. Alcuni, ancora vivi dopo la caduta, andavano a finire nel lago di Edimburgo (ora coperto dalla stazione), passando le loro ultime ore di vita in agonia dopo la caduta tra i corpi in decomposizione dei loro predecessori.

IMG_0215 IMG_0214 IMG_0213 IMG_0212 IMG_0211

In direzione opposta rispetto al castello si trova il Real Mary King’s Close. A prima vista (vedasi le guide mascherate con vestiti d’epoca), il Mary King’s Close potrebbe sembrare una trappola per turisti. Tutt’altro però: si tratta di un interessantissimo viaggio attraverso un vicolo sotterraneo (da qui la parola “close”, come tutte le stradine che popolano il centro di Edimburgo) che ha la fama d’essere infestato dagli spiriti dei bambini poveri morti durante la peste e gli anni di povertà. Prenotando per tempo potreste anche avere una guida in Italiano, Spagnolo, Tedesco o Francese. IMG_0239

Se siete ad Edimburgo per la natura, non potete evitare di scalare la collina di Holyrood Park alla ricerca di Arthur’s Seat, il trono di Re Artù. Arthur’s seat non è che il punto più alto della collina di Holyrood Park, reso celebre anche dal libro e film One Day – Un giorno. Per arrivarci, armatevi di acqua, scarpe comode e tanta pazienza: si raggiunge come minimo dopo due ore di scalata. Dovrete attraversare zone impervie e polverose e salire innumerevoli ripide scale e pendii. Non è per i deboli di cuore!IMG_0278 IMG_0288 IMG_0287 IMG_0286 IMG_0285 IMG_0284 IMG_0283 IMG_0282 IMG_0281 IMG_0280 IMG_0279IMG_3925

Proprio sotto l’Holyrood Park ci sono l’Holyrood Palace and Abbey, ossia la residenza scozzese della Regina Elisabetta con annesse rovine dell’antica abbazia. Il palazzo è veramente fantastico, ma soprattutto è interessante vedere le stanze di Mary Stuart (Maria Stuarda), onnipresente nella capitale scozzese, e le bellissime rovine dell’abbazia. IMG_0293 IMG_0298 IMG_0297 IMG_0296 IMG_0295 IMG_0294La parte più magica di Edimburgo è stata però Calton Hill, ad appena dieci minuti a piedi dalla stazione di Waverley. Da Calton Hill la vista della città è magica ed indimenticabile!

IMG_0268 IMG_0267 IMG_0253 IMG_0252 IMG_0251 IMG_0250 IMG_0249 IMG_0245 IMG_0244 IMG_0243

Se vi trovate in Inghilterra per molto tempo, non trascurate la possibilità di visitare Edimburgo: vi farà innamorare di questo paese ancora di più.

Una risposta a “La magica Edimburgo

  1. Pingback: Liverpool: sulle tracce dei Beatles | London's Calling: Londra Chiama!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...