Archivi categoria: Little Italy

Stoke Newington, il villaggio a nord-est di Londra che celebra la cucina sarda

Stoke Newington è un distretto all’interno del quartiere londinese di Hackney. Il nucleo del quartiere, situato intorno alla Stoke Newington Church Street. La zona è un villaggio così diverso dal resto di Londra che ha portato vari scrittori a trovare difficoltà nel definirla parte della capitale inglese.IMG_4942 Continua a leggere

Donazioni per l’alluvione in Sardegna

Come già saprete, il mio blog tratta solo ed esclusivamente temi legati al Regno Unito. Davanti a catastrofi come quelle che hanno colpito la mia città però non ci si nasconde, perciò se volete donare qualcosa alla città di Olbia e alle persone che hanno perso la casa, la macchina e i familiari, ecco i numeri e i conti giusti.

1)
Conto bancario n° 0540 – 070361388
IBAN: IT72U 01015 84980 000070361388
BIC (swift code): BPMOIT22XXX
Causale: Comune di Olbia Emergenza Alluvione

2)
Intestatario: MEDIAFRIENDS
IBAN: IT 03 S 03069 09400 000000006262
Causale: Alluvione Sardegna

Il complesso d’inferiorità italiano

In seguito alle drammatiche vicende politiche che stanno tormentando la politica del nostro Paese negli ultimi giorni, non si fa che sentire: “La notizia della condanna di Silvio Berlusconi ha fatto il giro dei quotidiani mondiali”. Perché abbiamo così tanti dubbi? Il nostro complesso d’inferiorità è tanto grande da portarci a pensare che l’Italia non meriti un posto nelle notizie internazionali?20110610_economist

Vorrei aprire una parentesi giornalistico-politica sull’esterofilia eccessiva del nostro Paese, un altro esempio del drammatico vuoto ideologico e politico degli ultimi anni: la patria ci delude talmente tanto che idolatriamo ogni cosa che venga da fuori. Continua a leggere

Intervista ad Alfredo Guarracino, tatuatore di East London

Londra è l’Eldorado dei giovani italiani, siano loro studenti, artisti o connazionali in cerca di fortuna. Eccovi la mia intervista ad Alfredo Guarracino, 25 anni, di Como, che lavora da Gennaio al Prick! Tattoo & Piercing Studio di Old Street, Shoreditch.

Le Primarie del Centro Sinistra anche a Londra

Le primarie per scegliere il candidato del centro sinistra in Italia si sono tenute domenica scorsa… ma come hanno fatto gli Italiani che non erano in patria? Niente paura: ci sono dei seggi di sinistra anche qui a Londra, il primo a Old Compton Street e il secondo alla sede INCA/CGIL a Canonbury Road, Islington. Continua a leggere

Mostra sull’Italia a Islington? CI PIACE!!!

Domenica, il sole splende su Londra e la Primavera è tornata. Io e la mia mica Silvia approfittiamo della bella giornata per sfruttare una delle tante buone occasioni che Londra ci offre:  La Dolce Vita, la “celebrazione di tutte le cose italiane” al Business Design Centre di Islington. In parole povere, l’Italia sotto casa. 

Ho scoperto la Dolce Vita per caso: mentre passeggiavo per Upper Street, ho ricevuto un volantino che mi offriva l’entrata gratis alla mostra per due persone. Nonostante l’onnipresenza delle tante, altissime voci italiane, il posto era pieno anche d’Inglesi: c’era talmente tanta gente che era difficile camminare. A quanto pare, nonostante la crisi, il fascino del nostro Paese continua a mietere vittime! Continua a leggere

Terroni of Clerkenwell: qualità italiana dal 1878

Cari Italiani trapiantati a Londra, avete nostalgia di casa? Allora ho trovato il posto perfetto per voi…ed è a cinque minuti da casa mia!

Quando domenica mattina sono entrata da Terroni of Clerkenwell, 138-148 Clerkenwell Road,  per fare un’intervista per la mia blogging class mi sono per un attimo sentita di nuovo a casa: voci che parlavano ( a voce troppo alta) italiano, pasta De Cecco, brodo Star, biscotti Mulino Bianco e chi più ne ha più ne metta. C’era pure il pecorino sardo!

L’ “Italian Deli” , come lo chiamano qui, è stato aperto nel 1878 da Luigi Terroni ed è il più antico Italian Deli di tutta l’Inghilterra. Ma non è la famiglia Terroni a gestirlo adesso: nel 1983 la famiglia Annessa, proveniente dal Molise, lo ha comprato e lo ha gestito per vent’anni fino alla sua chiusura, nel 2003. E’ Giovanna Annessa a spiegarmi tutto e, da come coordina il lavoro all’interno del negozio, si capisce che è lei a portare i pantaloni. Continua a leggere