Archivi tag: Brick Lane

Le ultime da Londra: panini al gelato, ristoranti self-service e un bar-negozio

Questa settimana l’ho dedicata a scoprire le ultime stranezze e tendenze foodie di Londra: un pop up di sandwich al gelato a Soho, un ristorante messicano dove si ordina tramite iPad e un fantastico café che vende anche borse fatte a mano. Eccovi la cronaca di una settimana ipercalorica.IMG_6702 Continua a leggere

Le ultime da Londra: panini al gelato, ristoranti self-service e un bar-negozio

Questa settimana l’ho dedicata a scoprire le ultime stranezze e tendenze foodie di Londra: un pop up di sandwich al gelato a Soho, un ristorante messicano dove si ordina tramite iPad e un fantastico café che vende anche borse fatte a mano. Eccovi la cronaca di una settimana ipercalorica.IMG_6702 Continua a leggere

I mercati dell’estate a Hackney

Il quartiere di Hackney ospita due nuovi mercati estivi, il Red Market di Old Street e Ram Place vicino Hackney Central. Eccovi le foto di questo weekend. IMG_6187 Continua a leggere

Una giornata a East London: un festival del cibo, un cinema indipendente e un cocktail bar

Non sapete come passare il vostro sabato a East London? Eccovi allora le mie ultime scoperte della vita notturna di Londra Est: le bancarelle dell’Urban Food Fest in piena Shoreditch High Street, il cinema indipendente Rich Mix e il cocktail bar Loungelover vicino Brick Lane. 10295510_294902014007423_4610895162842369851_o Continua a leggere

East End Live: un festival dentro Londra Est

Ieri l’Est di Londra ha ospitato il suo piccolo festival. East End Live, con una serie di band e DJ, ha di nuovo provato come l’Est della capitale britannica sia il posto migliore per scoprire nuovi talenti.
tumblr_mpbh16fuYs1sopukno1_r1_1280 Continua a leggere

Hoxton Street Market – Il nuovo Borough Market nell’East End di Londra

Avete adorato il Borough Market vicino a London Bridge? Allora l’East End di Londra ha quello che fa per voi. L’Hoxton Street Market, che si tiene ogni sabato, è già stato definito da TimeOut London come il nuovo Borough Market.296127_585194744845561_270087387_n Continua a leggere

Un viaggio nella Londra hipster

Secondo Paul McInness del Guardian, “Gli hipster sono uguali in tutto il mondo”. Ma Londra è Londra, e tutte le mode diventano un’ossessione. Vivendo a Hoxton, direi che è l’invasione hipster è già avvenuta: allacciate le cinture e preparatevi all’hipster tour per un weekend da veri alternativi! Continua a leggere

A spasso per East London

L’inizio dell’università incombe e, per non stancarmi troppo, ho passato la domenica a spasso per la vicina East London. Eccovi qualche foto della mia passeggiata.

Vivere a due passi da Old Street station è il massimo: significa anche essere vicini a Liverpool Street, Spitalfields Market, Brick Lane e Shoreditch. Perciò questo pomeriggio io e la mia coinquilina norvegese ce la siamo fatta a piedi fino a Liverpool Street Station, ad appena mezz’ora da casa nostra, godendoci la vista del Gherkin e di tutti i grattacieli in costruzione.  Continua a leggere

Londra vintage: What Katie Did

Londra detta da sempre legge nello stile. Tra le ultime passioni delle londinesi spopolano il vintage e il Burlesque.

Qualche estate fa sono partita per Londra alla ricerca di negozi di corsetti e abbigliamento vintage. What Katie Did, a Portobello Road, li batte tutti. What Katie Did, che prima era solo una piccola boutique di Notting Hill, adesso si sta espandendo: la sua biancheria e i suoi corsetti si trovano in tutti i negozi vintage che si rispettino, e ha pure aperto un negozio a Beverly Hills. La sua biancheria appare su sempre più riviste e film.  Continua a leggere

Un’altra settimana andata fra cupcakes, Portobello Market e ALTRE cupcakes

Hello everyone! Ed eccoci ad un’altra freddissima domenica. Qui a Londra è arrivato il gelo invernale. Oggi mentre tornavo a casa quasi mi venivano i geloni alle mani. Faticavo  pure a parlare perché avevo la bocca gelata.

Ma passiamo quest’ultima, intensa settimana. Dopo il training delle Olimpiadi non vedevo davvero l’ora di rilassarmi, ma martedì i nostri professori ci hanno messi alla prova dalla mattina alla sera. La mattina abbiamo avuto l’ultima lecture di Media Law. Il test è mercoledì e siamo tutti abbastanza tesi: è interessante ma molto specifica. Un’ora dopo è venuto a trovarci un ex alunno della City, ora giornalista della BBC, Mark Worthington. Ci ha parlato del futuro della sua azienda e ha risposto alle nostre domande. La sfida più grande però è stata martedì sera, con una delle tanto odiate conferenze serali: questa era sul nucleare, ma si è finito a parlare più che altro di come iniziare a lavorare nell’ambito del giornalismo ambientale. E’ stato piuttosto strano per me vedere una serie di giornalisti informati, professionali e anche piuttosto “left-wing” definire il nucleare come l’ultima speranza contro il riscaldamento globale.

Il giorno dopo abbiamo dovuto scrivere un articolo sulla conferenza, e qui sono arrivati i nostri primi conflitti coi professori. Infatti,nonostante si sia praticamente parlato soltanto delle vie che ci possono portare a lavorare nel giornalismo ambientale, loro volevano che scrivessimo qualcosa sull’ambiente (ossia su 15 minuti di conferenza). Alla fine l’articolo l’abbiamo scritto, speriamo solo che in futuro siano più chiari dall’inizio. In ogni caso era mercoledì, il che significa WEEKEND! Perciò ci siamo tutti rintanati nell’appartamento della mia amica Penny e abbiamo giocato a “Obbligo o verità” in un appartamento vicino, in onore della festeggiata del giorno, la nostra compagna neo-ventenne Emmeline. Qui il gioco  prende pieghe piuttosto strane, soprattutto considerando che ci danno dentro con l’alcool: una ragazza si è dovuta praticamente spogliare, due miei amici si son passati un acino d’uva con la lingua ( non erano molto contenti!) e una serie di altre cose piuttosto sconce. Io fortunatamente ho solo dovuto fare uno scherzo telefonico col cellulare di un amico: ovviamente ho chiamato un tizio dicendogli che l’amico in questione era gay e che ci voleva provare con la vittima dello scherzo. Infantile, ma divertente!

E poi giovedì sono iniziati gli attentati alla mia linea. Visto che avevo promesso alla mia coinquilina che avremmo cucinato insieme, ci siamo messe a fare cupcakes. Non avrei mai pensato però che sta volta mi uscissero così bene! Qui il reparto “baking” di Sainsbury’s è immenso: abbiamo trovato ogni tipo di decorazioni, dalle stelline di cioccolato bianco ai mini marshmallows, dalla glassa al cioccolato alle praline. Le abbiamo fatte al cocco e al cioccolato. E’ stata dura non mangiarsele tutte: fortunatamente amici e amiche mi hanno aiutata, per non parlare della mia coinquilina, che se le è mangiate quasi tutte.

Continua a leggere