Archivi tag: Notting Hill

Il Carnevale di Notting Hill

Il Carnevale di Notting Hill è l’evento principale di questo lungo Bank Holiday Weekend. Ecco che cosa dovete sapere se volete andarci. IMG_6728 Continua a leggere

Intervista a What Katie Did: vintage e burlesque con base Londra

Con l’aumento della la richiesta per corsetti, intimo e abbigliamento vintage, Londra non è certo rimasta indietro: qui, il burlesque fa da padrone e ormai il concetto di nudità è stato sostituito dal vedo-non-vedo. Tra i creatori della “febbre anni ’50” c’è What Katie Did, il negozio vintage e burlesque nato a Londra che sta già conquistando Beverly Hills. Ma che cosa c’è dietro il marchio che soltanto questo mese ha vestito Kylie Minogue in Glamour e Lindsay Lohan per il suo nuovo film su Elizabeth Taylor? Leggete la mia intervista e lo scoprirete.  Continua a leggere

A caccia di casa a Londra – parte 2

Vi avevo lasciato disperata, alla ricerca di una casa dove stare il prossimo anno dopo una serie di rifiuti e viewings disastrosi. Non temete: da quei giorni le mie sorti si sono risollevate!

Dopo aver visto quel primo appartamento, io e le mie amiche non ci siamo date per vinte e abbiamo continuato a chiamare gli agenti immobiliari. Qualche settimana dopo siamo riuscite a prenotare un altro viewing, questa volta vicino a King’s Cross. La descrizione sembrava perfetta: a soli 20 minuti di camminata dall’Università, la casa si trovava in un adorabile quartiere praticamente attaccato all’enorme stazione e rientrava nel nostro budget.

Avevamo parlato troppo presto. Il quartiere era si a 20 minuti a piedi dall’università, ed era si adorabile. E si, il palazzo aveva la vista su King’s Cross. Il problema è che quando siamo arrivate ci siamo trovate la polizia dentro, che urlava contro un residente minacciandolo di portarselo in commissariato. Continua a leggere

Londra vintage: What Katie Did

Londra detta da sempre legge nello stile. Tra le ultime passioni delle londinesi spopolano il vintage e il Burlesque.

Qualche estate fa sono partita per Londra alla ricerca di negozi di corsetti e abbigliamento vintage. What Katie Did, a Portobello Road, li batte tutti. What Katie Did, che prima era solo una piccola boutique di Notting Hill, adesso si sta espandendo: la sua biancheria e i suoi corsetti si trovano in tutti i negozi vintage che si rispettino, e ha pure aperto un negozio a Beverly Hills. La sua biancheria appare su sempre più riviste e film.  Continua a leggere

Un’altra settimana andata fra cupcakes, Portobello Market e ALTRE cupcakes

Hello everyone! Ed eccoci ad un’altra freddissima domenica. Qui a Londra è arrivato il gelo invernale. Oggi mentre tornavo a casa quasi mi venivano i geloni alle mani. Faticavo  pure a parlare perché avevo la bocca gelata.

Ma passiamo quest’ultima, intensa settimana. Dopo il training delle Olimpiadi non vedevo davvero l’ora di rilassarmi, ma martedì i nostri professori ci hanno messi alla prova dalla mattina alla sera. La mattina abbiamo avuto l’ultima lecture di Media Law. Il test è mercoledì e siamo tutti abbastanza tesi: è interessante ma molto specifica. Un’ora dopo è venuto a trovarci un ex alunno della City, ora giornalista della BBC, Mark Worthington. Ci ha parlato del futuro della sua azienda e ha risposto alle nostre domande. La sfida più grande però è stata martedì sera, con una delle tanto odiate conferenze serali: questa era sul nucleare, ma si è finito a parlare più che altro di come iniziare a lavorare nell’ambito del giornalismo ambientale. E’ stato piuttosto strano per me vedere una serie di giornalisti informati, professionali e anche piuttosto “left-wing” definire il nucleare come l’ultima speranza contro il riscaldamento globale.

Il giorno dopo abbiamo dovuto scrivere un articolo sulla conferenza, e qui sono arrivati i nostri primi conflitti coi professori. Infatti,nonostante si sia praticamente parlato soltanto delle vie che ci possono portare a lavorare nel giornalismo ambientale, loro volevano che scrivessimo qualcosa sull’ambiente (ossia su 15 minuti di conferenza). Alla fine l’articolo l’abbiamo scritto, speriamo solo che in futuro siano più chiari dall’inizio. In ogni caso era mercoledì, il che significa WEEKEND! Perciò ci siamo tutti rintanati nell’appartamento della mia amica Penny e abbiamo giocato a “Obbligo o verità” in un appartamento vicino, in onore della festeggiata del giorno, la nostra compagna neo-ventenne Emmeline. Qui il gioco  prende pieghe piuttosto strane, soprattutto considerando che ci danno dentro con l’alcool: una ragazza si è dovuta praticamente spogliare, due miei amici si son passati un acino d’uva con la lingua ( non erano molto contenti!) e una serie di altre cose piuttosto sconce. Io fortunatamente ho solo dovuto fare uno scherzo telefonico col cellulare di un amico: ovviamente ho chiamato un tizio dicendogli che l’amico in questione era gay e che ci voleva provare con la vittima dello scherzo. Infantile, ma divertente!

E poi giovedì sono iniziati gli attentati alla mia linea. Visto che avevo promesso alla mia coinquilina che avremmo cucinato insieme, ci siamo messe a fare cupcakes. Non avrei mai pensato però che sta volta mi uscissero così bene! Qui il reparto “baking” di Sainsbury’s è immenso: abbiamo trovato ogni tipo di decorazioni, dalle stelline di cioccolato bianco ai mini marshmallows, dalla glassa al cioccolato alle praline. Le abbiamo fatte al cocco e al cioccolato. E’ stata dura non mangiarsele tutte: fortunatamente amici e amiche mi hanno aiutata, per non parlare della mia coinquilina, che se le è mangiate quasi tutte.

Continua a leggere